Categoria: Maxi parcheggio di Misurina

Un parcheggio scambiatore per amanti della bicicletta?

OA park scambiatore

(ciclismooggi.it)

Tra le fanta-spiegazioni che sono state date al maxi parcheggio di Misurina, una in particolare ha tenuto banco per qualche mese nei media locali, e cioè che esso fosse un

«parcheggio scambiatore per gli amanti della mountain bike che, lasciata l’autovettura senza preoccupazioni di sorta, possono intraprendere le numerose spettacolari escursioni offerte da questa celebre parte delle Dolomiti»

Non ci resta che chiedere responso all’ORACOLO, cioè la nostra bella delibera di finanziamento del maxi parcheggio.

Nel documento si parla effettivamente di parcheggi scambiatori che dovrebbero servire la pista ciclabile, tuttavia…

dei due parcheggi finanziati dalla delibera, solo quello nei pressi della diga di Auronzo è definito esplicitamente ”scambiatore”, mentre quello di Misurina NO.

Costava poco aggiungere quella parolina magica per cercare di travestire un ciclopico cassone di calcestruzzo da ecologissimo incentivo a inforcare un mezzo sostenibile come la bicicletta…

e invece, chi ha scritto questo documento aveva le idee molto chiare e non voleva che ci sbagliassimo: il maxi parcheggio di Misurina NON È un parcheggio scambiatore per amanti della mountain bike. Fine responso dell’oracolo…

e fine di un’altra BAGGIANATA sul maxi parcheggio di Misurina.

Annunci

La favola dei posti auto lungo lago

OA lungo lago

«Mai più parcheggi al lago di Misurina: ecco il silos interrato»

«Previsto un parcheggio per eliminare la vista delle auto dalle sponde»

«Il nuovo parcheggio per liberare dalle auto il fronte lago»

Quante volte abbiamo letto e sentito frasi come queste, secondo cui lo scopo del maxi parcheggio sarebbe quello di sostituire i posti auto lungo il lago di Misurina, una volta rinaturalizzate le sponde.

Quante volte si è parlato di traffico, parcheggi selvaggi, paesaggio deturpato e chi più ne ha più metta, tutte cose che il maxi parcheggio… PUF! risolverà in una volta sola, come per magia.

Voi direte: SICURAMENTE nella delibera di finanziamento del maxi parcheggio ci saranno continui e numerosi riferimenti a tutto questo, magari impliciti, tra le righe, e invece…

Non c’è nulla, NULLA! Niente di niente, nada, zero, nisba, il vuoto totale.

In 10 pagine di relazione non si parla MAI di:

– posti auto lungo lago;
– posti auto in qualsiasi altra parte di Misurina;
– un conteggio qualsiasi di posti auto persi o da costruire (anche per capire il perchè dei 300 del maxi parcheggio);

e non si parla neppure di problemi “estetici” concernenti le auto parcheggiate lungo lago, tanto per essere precisi.

Il maxi parcheggio di Misurina non è stato quindi finanziato per sostituire i posti auto da rimuovere lungo il lago, come diffuso pubblicamente negli ultimi due anni e mezzo.

Il suo scopo è un altro, ma quale?

Vi piacciono le sorprese?

Puffi00

Esplorando la delibera con cui il Fondo Comuni Confinanti ha approvato il progetto di completamento della ciclabile, pensavamo di trovare un’esauriente ed approfondita descrizione della funzione del maxi parcheggio, visto che il suo costo copre un terzo dell’intero finanziamento.

Invece, l’unica parte in cui se ne parla esplicitamente è questa:

«Realizzazione di parcheggio interrato a Misurina per la realizzazione di circa 300 stalli di sosta a monte dell’abitato tra il piazzale comunale presso Hotel Lavaredo e la strada di accesso a Malga Misurina. La struttura sarà realizzata in calcestruzzo armato e avrà dimensioni planimetriche pari a circa 35×215 m.»

UN SOLO PARAGRAFO in un scheda da 10 pagine…

nel quale si indica come e dove dev’essere costruito, ma NON IL PERCHÈ si senta l’esigenza di costruire ben 300 posti auto a Misurina.

Qual è dunque la vera funzione del maxi parcheggio se nemmeno la sua delibera di finanziamento lo spiega esplicitamente?

Non ci vorrete mica fare UNA SORPRESA?!