È ufficiale: il parcheggio di Misurina sarà finanziato

Sabato scorso è stato inaugurato a Calalzo il TrenoBus che permetterà ai turisti di portare la propria bicicletta in treno fino a Calalzo e di lì andare sulla Ciclabile delle Dolomiti. Nell’occasione, De Menech, presidente del Comitato dei Fondi di Confine, ha assicurato che sono già stati destinati i 16 milioni di euro necessari al completamento dell’anello ciclabile del Cadore: dentro quella somma si trova anche il parcheggio di Misurina.

Una somma spropositata

Nessuno sa di preciso quante opere s’intendano costruire con la somma in questione, certo è che 16 milioni sono davvero tanti e, ipotizzando che il tratto Misurina-Carbonin costi 1/2 milioni mentre il tratto Auronzo-Calalzo 4/5 milioni, rimangono quasi 10 milioni di euro in opere extra-ciclabile, quanto basta alimentare l’ipotesi che il parcheggio di Misurina sarà di notevoli dimensioni e non servirà semplicemente a sostituire i parcheggi lungo lago. Oltretutto, non si può nemmeno dire che i soldi servano INNANZITUTTO a completare la ciclabile, quando invece gran parte di quella somma serve a costruire altro e SOLO POI a completare la ciclabile.

Finanziamenti più che certi

Quella di De Menech è stata la prima conferma del finanziamento del progetto da 16 milioni, tuttavia il nostro Consorzio Turistico è da almeno un mese che promuove questo volantino:

promo-ciclabile_retro

Il volantino promozionale della nuova ciclabile edito dal Consorzio Tre Cime Dolomiti

Nella parte in basso con sfondo scuro, troviamo già pubblicizzati i due tratti della ciclabile mancanti ma «di prossima realizzazione»: è stata solo una “sparata” del Consorzio o forse qualcuno li ha informati in anticipo che il mega-progetto da 16 milioni di euro sarebbe stato sicuramente finanziato? Anche sentendo i resoconti dell’incontro di fine ottobre 2015 tra operatori turistici di Misurina e Amministrazione Comunale, quello che sembra emergere è che per il parcheggio di Misurina i fondi ci siano sempre stati.

Conclusioni

Il quadro attorno al parcheggio di Misurina sta assumendo toni oscuri per non dire inquietanti: l’intero progetto da 16 milioni di euro non solo sembra avere avuto la garanzia del finanziamento PRIMA della presentazione del progetto, ma sembra essere una vera e propria “copertura” per finanziare invece il parcheggio a Misurina, un parcheggio su cui i piani alti tacciono e su cui le informazioni alla popolazione sono a dir poco scarse e frammentate.

Tutto fa pensare che tale parcheggio non sarà un affare per gli abitanti della Val d’Ansiei, e se davvero servirà a chiudere la strada delle Tre Cime, fondamentale per evitare il fallimento del Comune di Auronzo, è facile immaginarne il perchè.

Annunci