A cosa serve un nuovo parcheggio a Misurina

Qualche tempo fa l’Amministrazione ha presentato domanda di finanziamento con fondi di confine per la costruzione di un parcheggio a Misurina. Nessuno tranne loro ha capito a cosa serva questa infrastruttura e le giustificazioni TEORICHE che sono state date a riguardo si sono scontrate con le considerazioni PRATICHE degli operatori turistici di Misurina che hanno bocciato l’opera all’unanimità.

In effetti, che si spendano ben 5 milioni di euro (dichiarati) solo per migliorare il colpo d’occhio del turista che arriva a Misurina sembra più un insulto all’intelligenza che una motivazione forte e concreta, così come il presunto intento di decongestionare la strada in riva al lago nelle pochissime giornate di traffico caotico della stagione estiva. Se poi parliamo di parcheggio-scambiatore per appassionati di biciclette il tutto fa ancora più sorridere, visto che i percorsi ciclabili di Misurina sono per lo più per esperti, con grandi salite o grandi discese, e che quindi il parcheggio non possa che rivolgersi solo ad una piccola nicchia e che ciò, dunque, non giustifichi un investimento di questo tipo.

Tre motivazioni deboli non ne fanno una forte, che ancora manca. A questo possiamo aggiungere alcune considerazioni fondamentali, deducibili da quotidiani e documenti vari:

1- L’Amministrazione non ha rivelato il progetto agli auronzani per molto tempo, sebbene tracce di esso sono rinvenibili pubblicamente fin dal gennaio 2015. Il silenzio è stato poi rotto ai primi di novembre solo per necessità di ribattere alle dichiarazioni pubbliche di uno degli operatori turistici di Misurina invitati privatamente dal Comune per discutere dell’opera;

2- Non esistono limiti dichiarati alle dimensioni del parcheggio, che potrebbe contenere poche decine di macchine come parecchie centinaia. Tra l’altro, il piano regolatore regionale di Misurina prevede aree enormi a tale scopo;

3- Gli ambientalisti sono misteriosamente morbidi sull’opera, come rinvenuto nel documento inviato nel novembre 2015 dal CIPRA all’Unesco;

Cosa pensare dunque? Come mettere assieme tutti i pezzi? A cosa serve un nuovo parcheggio a Misurina? Forse per trovare la risposta a questo rebus bisogna smettere di guardare Misurina e volgere lo sguardo da un’altra parte…

Tre Cime by Stefano Maruzzo

Le Tre Cime di Lavaredo ed il parcheggio di Longeres – foto di Stefano Maruzzo

La chiusura della strada delle Tre Cime

Avete letto bene e potrebbe sembrare una sciocca fantasia… PERO’ questa eventualità potrebbe davvero dare una spiegazione concreta e forte a tutto quello che abbiamo letto e sentito fin’ora sul maxi-parcheggio di Misurina. Infatti ciò spiegherebbe:

– le strane titubanze degli ambientalisti, che vedrebbero realizzato il sogno di chiudere il parcheggio sotto le crode e di sostituire il traffico privato con un servizio di navette;

– le possibili dimensioni ciclopiche del nuovo parcheggio di Misurina, perchè bisognerà che contenga un numero di veicoli simile a quello che verrà rimosso in quota, circa 800 (si è parlato infatti di più parcheggi);

– l’atteggiamento fumoso dell’Amministrazione che dovrebbe dare risposta ad una mossa che può sembrare un totale azzardo;

In realtà non è un azzardo, ma dipende da che punto di vista la si guarda: grazie al nostro sindaco, sappiamo infatti che i fondi di confine vengono erogati solo nei «programmi ed interessi» della Provincia di Bolzano, e se infatti guardiamo la chiusura del parcheggio delle Tre cime dal punto di vista dei nostri vicini che finanziano l’opera, ciò rappresenta un passo importantissimo per lo sviluppo del LORO turismo, infatti:

Come faranno i nostri vicini a lanciare la loro nuova funivia per le Tre Cime dal lago di Landro, se a competere con questa ci sarà sempre una strada che porta, comodamente in macchina, fino alla base delle Cime?

E come faranno i nostri vicini a vendere al mondo l’immagine Unesco delle Tre Grazie liberate (grazie a loro, ovviamente) dall’impatto del traffico, se ci sarà ancora un bel parcheggione sotto la Cima Ovest?

Dopo questa disamina, la chiusura della strada delle Tre Cime non sembra più essere un’ipotesi tanto campata in aria, ma per togliersi ogni dubbio non resta che chiedere direttamente alla nostra Amministrazione comunale:

é vero o non è vero che il parcheggio di Misurina serve a chiudere la strada delle Tre Cime?

Annunci