Gnocchi al referendum

Il cippo di ponte della Marogna che segna il confine tra Auronzo e l'Alto Adige - foto di seneseinpusteria.blogspot.it

Il cippo di ponte della Marogna che segna il confine tra Auronzo e l’Alto Adige – foto di seneseinpusteria.blogspot.it

Auronzano, non essere gnocco! Non rinchiuderti in un concetto vanitoso di correttezza e coerenza per cui tu, che non ti senti tedesco, non voterai al referendum o addirittura voterai “no”, perché questo ti lascerà a pancia vuota come già sei adesso e dopo sarà anche peggio perché, di fronte ad una delle poche occasioni che avrai per protestare, tu non lo avrai fatto e col tuo silenzio avrai detto che, in fondo, ti va bene così: che idea pensi si faccia chi già ci tratta come ci tratta se non protestiamo quando possiamo? Te lo dico io: si sentiranno ancora più autorizzati a chiuderti gli ospedali, a toglierti i servizi, a sfruttare il tuo territorio dimenticandosi di te e tu, se vorrai veramente essere coerente, dovrai stare zitto di fronte a questo dramma che giorno dopo giorno sta ammazzando la terra in cui sei nato.

Dici che non serve a niente? Di sicuro, in caso di vittoria del “sì” non ci daranno l’autonomia che tutti vorremmo, ma dimmi, pensi che i fondi per le aree di confine siano venuti giù per il camino? O che lo Stato si sia lanciato in un memorabile atto di filantropia dopo aver ascoltato le ragioni di popolazioni montanare che nulla contano ai fini elettorali? Beh, sappi che quei fondi sono stati creati per placare l’ondata referendaria dei primi comuni bellunesi che hanno chiesto di andare al di là del confine, esattamente per le stesse motivazioni che hanno spinto alcuni auronzani a chiedere l’indizione del referendum di domenica, perciò se sei contro le ragioni del referendari mi aspetto anche che, quando passeggerai per il centro, eviterai di passare per il viale di via Roma perché esso è stato costruito in buona parte con i fondi Letta, mentre quando il prossimo anno sarà pronta la ciclabile per Misurina finanziata con i fondi Brancher, tu puntualmente eviterai di utilizzarla e ti porterai con la bicicletta sulla strada statale rasente alle macchine che sfrecciano in dentro ed in fuori, così potrai vantarti con tutti di essere coerente con le tue scelte e credenze nei confronti di questo referendum.

In realtà, quel quesito non ti sta chiedendo se vorresti che Auronzo entrasse a fare parte dell’Alto Adige e sai benissimo che, se anche il referendum dovesse vincere, i confini non si sposteranno di un millimetro, soprattutto perché sono proprio i sudtirolesi a non volerlo, per non indebolire la propria autonomia in un momento storico in cui lo Stato vorrebbe fare razzia di tutte le loro ingenti risorse economiche, come invece fanno a te tutti i giorni dell’anno da più di un secolo; al contrario, quel quesito ti sta chiedendo se vuoi protestare contro il trattamento vergognoso delle istituzioni italiane nei confronti del tuo paese, della tua gente e delle tue montagne e su questo e solo questo puoi dare la tua risposta.

Infine, caro compaesano, ricorda sempre che i territori di Misurina e delle Tre Cime non sono stati ottenuti con la correttezza ma con un atto di scaltrezza di un anziana donna, perché si può anche far finta di dire una cosa per un’altra se il fine è nobile come quello di dare qualcosa in più ai propri figli, soprattutto in una situazione drammatica come quella attuale, perciò domenica non rinunciare a far sentire la tua voce e va a votare, e quando sarai in cabina elettorale pensa a quella vecchina auronzana col suo ferro da maglia che splendido territorio ti ha regalato: la tua penna è il ferro da maglia e la croce sul “” è il buco nel gallo che dovrai fare per le generazioni successive, come la vecchina auronzana lo ha fatto per te tanto tempo fa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...